7 giugno 2012

Abbinamento tra distillati e cioccolato, un esempio vale più di mille parole

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tre abbinamenti deliziosi!

L’arte dell’abbinamento tra cioccolato e distillati non è tra i più facili. Prima di lanciarmi in questo argomento estremamente complesso, tuttavia, vorrei accompagnarvi in un’asperienza gustativa che sappia avvicinarvi direttamente. Qui di sotto i migliori abbinamenti del caso, durante un master organizzato da Ais Bergamo. Un esempio vale più di mille parole, i prodotti scelti, infatti, sono stati abbinati a tipologie diverse di cioccolato per esaltare le caratteristiche organolettiche dei distillati.

Vieux Pineau des Charentes medaille d’Or: ambra sfumata. Profumo intenso, dove dominano le note di frutta secca, miele,  cuoio e profumi speziati. Dolcezza piena ed avvolgente sono perfettamente armonizzati dal ripieno al pistacchio del primo  cioccolatino in degustazione. Abbinamento:cioccolatini al pistacchio con camicia di cioccolato fondente.

Cognac Raimond Ragnaud veille reserve: ambrato pieno. Caramello, mandorla e noce al naso, con aromi speziati a corredo. In bocca è pieno con lungo finale, giustamente caustico e avvolgente.  Abbinamento: cioccolatino al cacao 70%.

Eau de Vie aromatizzato allo zenzero: profumi puliti, dolci, ben calibrati, quasi agrumati, amalgamati perfettamente allo zenzero. In bocca è potente, giustamente caustico, piacevole e molto lungo.

Abbinamento: cioccolatino bianco rivestito al cioccolato fondente

 

23 dicembre 2011

Alberello di pandoro con ganache di cioccolato… e buone feste a tutti!

Alberello di pandoro con ganache di cioccolato… e buone feste a tutti!

E per concludere…il dolce!

Il Natale è alle porte e dopo avervi consigliato un menù in abbinamento ai vini più adatti, non mi rimane che consigliarvi un buon dolce per concludere degnamente il pranzo! Si tratta di un dolce che al posto del pan di spagna utilizza il pandoro, quindi molto veloce da fare, economico e divertente, soprattutto se avete dei bambini. A voi la ricetta e… buone feste a tutti! :)

RICETTA

Ingredienti per 5-6 persone:

  • 250 g di mascarpone
  • 200 g di panna fresca
  • 1 albume d’uovo,
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 tazza di caffè
  • Grappa, mezzo bicchiere 
  • pandoro 1 confezione
  • confetti q.b.

Per la ganache di cioccolato fondente:

  • cioccolato fondente 250 g
  • 250 gr di panna fresca
  • grappa q.b. 

Preparazione:

Iniziate montando la panna e incorporatela nel mascarpone a cui aggiungerete lo zucchero l’albume montato a neve. Mischiate il caffè con la grappa che utilizzerete per inzuppare velocemente le fette di pandoro. Prendete uno stampino per torte a forma di alberello e rivestitelo internamente con della pellicola alimentare. Tagliate delle fette di pandoro dello spessore di 1,5 cm e mettetele nello stampo, bagnandole con il caffè zuccherato e un pochino di grappa (se preferite miscelateli assieme). Fatto il primo strato che dovrà coprire molto bene tutti gli eventuali spazi tra una fetta e l’altra, mettete la crema di mascarpone che avete fatto in precedenza. Continuate con un altro strato di pandoro, leggermente bagno, poi la crema e così via. Prendere altra pellicola alimentare e coprite l’ultimo strato di pandoro. Mettete in frigorifero per un paio d’ore. Trascorso il tempo previsto cominciate a preparare  la ganache:  portate a bollore la panna e versarla sul cioccolato freddo, tagliato a dadini.al cioccolato). Togliete l’alberello dalla pellicola e mettetelo su un piano di lavoro. Con un leccapentole ricoprite l’alberello, facendo delle piccole onde con un cucchiaio, che gli darà movimento. Completate con dei confetti argentati. Tagliate solidificare il cioccolato e mettete in frigorifero. Prima del consumo lasciatelo a temperatura ambiente per una decina di minuti. Buon Natale! Ah, sì certo, anche buon appetito! :)

Abbinamento:

Ci metterei un buon passito rosso, come un l’Elba Aleatico. Rosso rubino carico con profumi tipici: viola, marasca e frutta cotta. In bocca è dolce ed avvolgente con una buona acidità che lo rende equilibrato ed elegante.  

 
1 settembre 2011

Il mio caffettino alla viennese con cannella e cioccolato

Un caffettino goloso, goloso…

La cannella è una delle mie passioni, la utilizzo per aromatizzare il caffè che, generalmente, bevo senza zucchero. In questo caso, però, ho proprio voluto esagerare utilizzando sia la panna che il cioccolato :) . E’ venuto fuori un caffettino alla viennese, molto goloso e, ahimè, calorico.

Ingredienti per 1 una tazzina

  • caffè Milani 100% arabica
  • panna fresca da montare
  • cannella in polvere q.b
  • ghirigli di cioccolato fondente
  • salsa al cioccolato

 

 

Procedimento

Mettete nella tazzina uno strato di salsa al cioccolato e versateci sopra il caffè appena fatto. Aggiungete la panna che avrete montato e messo in un sac a poche, della cannella in polvere ed infine dei gherigli di cioccolato fondente. Accompagnate con dei biscotti al cioccolato (la ricetta la trovate qui).

Con questa ricetta partecipo al seguente contest:

Dicesi la vera fortuna del principiante… ho vinto il contest!

Questa la motivazione: “Macef si è concluso e con lui tutti gli eventi organizzati compresi i contest per i bloggers! Ci scusiamo per il ritardo nella comunicazione del vincitore del contest Coffee Design Kit, ma una serie di imprevisti ne hanno rallentato la pubblicazione…GIORDANA TALAMONA ha inviato la proposta che più si avvicina alla filosofia del coffee design kit! Complimenti!! andate a curiosarne la ricetta!”

21 luglio 2011

Biscotti di pasta frolla con cioccolato extra fondente e basilico (Il cioccolato ha stregato il basilico!)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Biscotti per accompagnare un buon Whisky… ce l’avrò fatta?

Dunque, dunque… i vari esperimenti hanno dato risultati interessanti, ma non totalmente soddisfacenti. Quali? Ma come, vi avevo detto oppure no che stavo cercando di creare dei biscottini che potessero accompagnarsi al Whisky? Ebbene, non credo di esservi riuscita totalmente, fatto sta che la sperimentazione ha portato, a casa mia, chili e chili di biscotti, tutti più o meno buoni, che hanno allietato parenti e amici. Alla fine credo che quelli nella foto possano dirsi quelli più interessanti, perchè non solo hanno un’alta percentuale di cioccolato fondente, ma perchè ho messo un aromatico basilico che l’ha arricchito di profumi erbacei.

Ad onor del vero, e questo ci tengo a sottolinearlo, il biscotto così com’è con un Caol Ila di 18 anni (vedi foto), si perde totalmente nella torbatura. Ergo, se volete berlo consiglio di fare come ho fatto io, mangiando il pezzetto di una tavolezza di cioccolato fondente extra 70%, un  biscotto e del Whisky. Al contrario con il Glenmorangie Single Malt Scotch Nectar d’Oro, il biscotto da solo si sposava molto bene, anzi, vi dirò che se ci fossero state delle arance candite (preferibilmente fatte al momento e non comprate), sarebbe stato un bel matrimonio d’amore. 

Al di là di tutto, i biscotti, così come sono hanno un profumo a metà tra l’aromatico del basilico e l’intenso del cioccolato… da mangiarsi anche a merenda con un buon cappuccino. A voi la scelta! :) Leggi la dieta del cioccolato qui.

RICETTA per 4 persone

Ingredienti

  • 250 g di farina 00 farro
  • 10 foglie di basilico
  • 100 g di cioccolato fondente 70%
  • 150 g di burro
  • 130 g di zucchero a velo
  • 1 rosso d’uovo
  • 1-2 cucchiai di Whisky

Procedimento

In un mixer mettete le foglie di basilico, precedentemente lavate e asciugate, col burro che avrete fatto ammorbidire. Frullate per bene. Il basilico dovrà sminuzzarsi in modo grossolano incorporandosi perfettamente al burro. Tagliate grossolanamente il cioccolato fondente, lasciando qualche grossa pepita :) … Preparate la pasta frolla aggiungendo lo zucchero a velo al burro in modo da ottenere un composto omogeneo. Aggiungete il tuorlo d’uovo e la farinadi farro setacciata, 1 o 2 cucchiai di Whisky (io ho usao il torbato Caol Ila) e il cioccolato. Lavorate molto bene l’impasto. Lasciatelo riposare per 30 minuti coperto da un panno. Con un mattarello stendete la pasta e fatene dei biscottini utilizzando delle formine. Accendete il forno a 180 °C. Stendete i biscotti su della carta forno e infornate per 12-15 minuti.  

Abbinamento

Per una merenda energetica. Per chi li volesse mangiare con un Whisky torbato consiglio di degustarli con un pezzetto di cioccolato extra fondente 70%, come ho spiegato in alto. Con un Whisky non torbato con profumi di agrumi canditi e miele, tipo  Glenmorangie Single Malt Scotch Nectar d’Oro (non a caso affinato nelle botti in cui prima c’era il Sauternes), potrebbero andare bene.   Provate e mi saprete dire! :)

Partecipo come fuori concorso al contest “Il cioccolato…stregato“.