15 gennaio 2016

Benvenute Donne della Vite

Sono agronome, enologhe, giornaliste, comunicatrici, ricercatrici, analiste, ristoratrici, sommelier, ma anche creative. Il loro denominatore comune è la vite e tutto il mondo che gira intorno ad essa e al vino. Un mondo a cui le fondatrici propongono di guardare da un’angolazione nuova, e per così dire laterale, di condivisione e reciproco riconoscimento, di creatività e innovazione, di comunicazione e anche di capacità di fare.

donne vite

Sono determinate e vogliono fare sentire la loro voce, attraverso un punto di vista del tutto nuovo. Sono Le Donne della Vite, la nuova associazione del vino in rosa, che nasce con l’obiettivo di creare un punto di riferimento e un’occasione di aggregazione per le donne che operano nel mondo vitivinicolo. Un gruppo eterogeneo, composto da agronome, enologhe, giornaliste, comunicatrici, ricercatrici, analiste, ristoratrici, sommelier e creative, che fa di queste professionalità diverse il suo punto di forza e unione.

tortaGli obiettivi e il Manifesto della nuova associazione si fonda su concetti primari come l’Etica, l’Estetica e la Bellezza, ma anche sull’ironia e l’autoironia, qualità che non vengono valorizzate, come spiega Valeria Fasoli, presidente della neo associazione e agronomo viticolo: «All’inizio non avevo le idee chiare, ma la necessità e il desiderio di far emergere nella mia professionalità anche gli aspetti che rischiavano di restare sommersi e che rispecchiano valori per me fondamentali come etica, estetica e bellezza nei luoghi, nelle persone, nelle cose di tutti i giorni. Poi ho incontrato compagne di viaggio con esperienze, competenze, nonché punti di vista differenti e il mio sogno è diventato realtà e l’idea iniziale si è concretizzata grazie alla forza del gruppo. Ora il filo conduttore è il desiderio di creare lo spazio e la cultura per un sistema di valori nei quali crediamo sia possibile collocare agricoltura e vitivinicoltura in particolare. È questo il “nuovo luogo”, in cui principi e regole sono diversi, nel quale nel nostro manifesto invitiamo donne e uomini ad entrare».

Restano da capire i reali progetti di questo nuovo gruppo di donne coraggiose, che sembrano tuttavia avere le idee chiare sulla necessità di ripartire dalla natura, la Vite appunto, come luogo di rinascita e valorizzazione del Paesaggio italiano, dell’ecosostenibilità e della territorialità dei vini che, vivaddio, dovrebbero raccontare le peculiarità dell’Italia, che da nord a sud,  «evoca emozioni che si trasmettono inconsciamente fino alla qualità percepita del vino».

In bocca al lupo, dunque, e buon lavoro.

 

 

4 agosto 2011

L’Eno-Cruci dell’Estate 2011 e… buone vacanze a tutti !

ENO-CRUCI DELL'ESTATE 2011 001

Un cruciverba da scaricare e portare in spiaggia… perchè non provare?

L’estate è davvero arrivata, lo possiamo dire a chiare lettere visto il caldo esploso negli ultimi giorni. Mi prenderò un periodo di pausa da questo blog che, per forza o per amore, è nato come un piccolo mezzo di espressione personale che non so davvero dove mi porterà. Vi lascio con un regalo per questa estate che potrete portarvi in spiaggia per cimentarvi con la vostra cultura enologica, mettendo in campo tutto il vostro acume per risolvere il mio personalissimo Eno-Cruci dell’Estate 2011.

Qui trovate anche il formato Pdf, più semplice da stampare. Me lo sono inventato di sana pianta e, non essendo Bartezzaghi, potrebbe avere delle debolezze che, ne sono certa, mi perdonerete mentre starete belli spaparanzati al sole ! :) Buona estate a tutti, ci si rivede a fine agosto!

Ah, dimenticavo…in fondo la soluzione! :)  

 ORIZZONTALE:

1. Vitigno Altoatesino nato da un incrocio 9. Europa Unita 10. Provincia del Cerasuolo di Vittoria 11.Vitigno con cui si produce il Vino Santo della Valle dei Laghi 14. Dolcetto Superiore 15. Esclamazione 16. C’è quello di Dolceacqua 18. Doc prodotta a Pachino, Noto, Portopalo e Rosolini da vitigno Frappato 21. Nella Vallée l’Arvine è… piccolo 23. I Retsina sono preparati con la loro resina 24. Vicino… a Londra 26. Totale in breve 27. Vino che ha un tenore di zucchero compreso tra 4 g/l e 12 g/l 30. Provincia del Copertino Doc prodotto in prevalenza da Negroamaro. 31. Vocali di Boca 32. Quello dell’angelo segna l’inizio del Carnevale di Venezia, segnato quest’anno dalla fontana del vino 34. La Doc Colli Tortonesi 35. Lambrusco Reggiano 36. Lo è il tartarico 38. Contrario in out 39. Signore … inglese 41. Tatuaggio 42. Alto Adige 43. Un tipo di fermentazione della birra 44. Aria americana 47. Provincia del Frascati Doc 49. Sessanta minuti 52. Lago e… Doc Nova 53. Lo è un vino senza zucchero 54. Provincia del Lambrusco lombardo.

 VERTICALE:

1. E’ Nobile e d’Abruzzo 2. E’ una Doc della provincia di Vercelli con uvaggio di Nebbiolo (detto Spanna), con eventuale aggiunta di Bonarda 3. Il vino della cantina Albea da Nero di Troia che… non Lei 4. Regional English Language Office 5. Ettaro 6. Quelle rose che si sentono spesso in un vino 7. Dove si consumato riti pagani 8. E’ anche detta Vespolina, soprattutto nell’Oltrepò Pavese o Uvetta 12. Prezioso colore dei bianchi affinati in barrique 13. Essere favorevole, accordare quanto richiesto 14. Privo di moralità, dissoluto 17. Cento litri 19. Non è là 20. Vino bianco del Collio che è … Gialla 22. Un satellite di Giove 24. Negazione 25. Acidità… all’inizio 28. Vino Re del Piemonte 29. Ora lo dobbiamo chiamare Friulano 33. Sento 37. Oloroso… agli estremi 40. Rosso Torgiano 46. Provincia del famoso Moscato piemontese 48. Macerata 50. Provincia della Doc laziale Zagarolo 51. Provincia della Lacrima di Morro d’Alba

Soluzione

… sei sicuro che vuoi proprio vederla senza aver completato tutto il cruciverba? Dai, prova ancora… altrimenti leggi qui.