8 settembre 2011

Salsa di cetrioli alla greca con gamberetti in bellavista

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La salsa Tzatziki è un classico della cucina greca, su questo non c’è dubbio…

 

La salsa Tzatziki è un classico della cucina greca, su questo non c’è dubbio. Molti non sanno che è un antipasto che, in molte altre culture, trova rivisitazioni diverse con l’aggiunta di noci, menta, aceto o cipolla. Per esempio in Bulgaria e in Albania un piatto simile è il Tarator, come in Serbia, Turchia e Armenia. In genere si serve come zuppa fredda con l’aggiunta di noci e ghiaccio. In Iraq una simile rivisitazione porta il nome di Jajik, mentre a Cipro si chiama Talaturi (leggi qualche piatto qui).   

La personale rivisitazione odierna è molto semplice e delicata, senza l’aggiunta neppure dell’aglio. Ho preferito utilizzare la salsa come semplice accompagnamento dei gamberetti che ho lasciato al naturale, senza l’aggiunta di limone o aceto che avrebbero alterato la delicatezza della preparazione.  

RICETTA per 2 persone

Ingredienti

  • 1 cetriolo
  • 1 vasetto di yogurt magro greco (io ho usato questo)
  • Sale q.b.

Procedimento

Sbucciate il cetriolo, tagliatelo a fettine avendo cura di eliminare i semi. Passatelo al mixer aggiungendo tre quarti di yogurt. A questo punto filtratelo attraverso un colino fisso, in modo da eliminare l’acqua in eccesso del cetriolo. Rispetto ad utilizzare il sale ci metti meno tempo. Da ultimo aggiungete il quarto di yogurt rimasto e un pizzico di sale. Servitelo in una foglia larga con gamberetti cotti sgusciati.

Abbinamento

Nella tradizione uno degli abbinamenti classici è col Retsina bianco, un vino aromatizzato con l’aggiunta nel mosto della resina di pino d’Aleppo. Personalmente, non apprezzandolo come vino, ho preferito berci una bottiglia di Sauvignon proveniente dal Lazio, dell’azienda Casale del Giglio dal colore giallo paglierino, naso di foglia di pomodoro e cedro, con buona freschezza e piacevole sapidità.

15 luglio 2011

Budino allo yogurt in salsa di lamponi… delicious low-fat dessert!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si tratta di un budino leggero, di circa 70 calorie …

Per chi, come me, non riesce a rinunciare ad un dolce, nonostante non sia ancora pronta per la prova costume, consiglio questa ricettina facile, facile dal basso contenuto calorico. Io ci ho aggiunto la salsa di lamponi che, alla bisogna, può essere preparata anche con le ciliegie.

Si tratta di un budino leggero, di circa 70 calorie, ideale ”zucchero complesso” (chi è da una vita a dieta sa cosa intendo), da mangiarsi prima di fare attività fisica in palestra o in bici. E’ fresco, buono, leggero e veloce. Cosa volere di più? A parte lo slogan molto da anni Ottanta, l’ho trovato davvero buono. Mi saprete dire! :)

RICETTA per 4 budini

Ingredienti

  • 500 g di yogurt magro
  • 8 fogli di colla di pesce
  • dolcificante liquido q.b.
  • menta fresca
  • 300 g di lamponi

Procedimento

Lasciate ammollare qualche minuto la gelatina in una ciotola di acqua fredda. Lavate i lamponi in acqua fredda e fateci asciugare, per bene, su della carta da cucina.Versate lo yogurt in una ciotola, sistemate su una casseruola colma di acqua bollente e fate intiepidire 5 minuti a bagnomaria, a fuoco dolcissimo. Strizzate la colla di pesce e fatela sciogliere in una tazzina, con un cucchiaio di acqua bollente, poi unitela allo yogurt, fuori dal fuoco, insieme a qualche goccia di dolcificante. Mescolate molto bene. Mettete negli stampini e in frigorifero per un paio d’ore. Frullate i lamponi che servirete con i budini. Aggiungete qualche frutto intero e le foglie di menta come decorazione. Buon appetito.

Abbinamento:

Acqua per chi vuole che sia davvero un dolce magro… per tutti gli altri un Moscato d’Asti Ca’ del Baio, dalla freschezza gustativa soave, non troppo dolce al palato. Piacevole.

Con questa ricetta partecipo al Contest “Yogurtino sopraffino, indetto dalla Cuochina Sopraffina