7 giugno 2012

Abbinamento tra distillati e cioccolato, un esempio vale più di mille parole

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’arte dell’abbinamento tra cioccolato e distillati non è tra i più facili. Prima di lanciarmi in questo argomento estremamente complesso, tuttavia, vorrei accompagnarvi in un’asperienza gustativa che sappia avvicinarvi direttamente. Qui di sotto i migliori abbinamenti del caso, durante un master organizzato da Ais Bergamo. Un esempio vale più di mille parole, i prodotti scelti, infatti, sono stati abbinati a tipologie diverse di cioccolato per esaltare le caratteristiche organolettiche dei distillati.

Vieux Pineau des Charentes medaille d’Or: ambra sfumata. Profumo intenso, dove dominano le note di frutta secca, miele,  cuoio e profumi speziati. Dolcezza piena ed avvolgente sono perfettamente armonizzati dal ripieno al pistacchio del primo  cioccolatino in degustazione. Abbinamento:cioccolatini al pistacchio con camicia di cioccolato fondente.

Cognac Raimond Ragnaud veille reserve: ambrato pieno. Caramello, mandorla e noce al naso, con aromi speziati a corredo. In bocca è pieno con lungo finale, giustamente caustico e avvolgente.  Abbinamento: cioccolatino al cacao 70%.

Eau de Vie aromatizzato allo zenzero: profumi puliti, dolci, ben calibrati, quasi agrumati, amalgamati perfettamente allo zenzero. In bocca è potente, giustamente caustico, piacevole e molto lungo.

Abbinamento: cioccolatino bianco rivestito al cioccolato fondente